Marzo 12

0  commenti

Come avviare un negozio online

Di  SMARCARSI

Marzo 12, 2021

ebay

Perché creare un negozio o una boutique online?

Perché i negozi offrono poche o nessuna tassa di vendita. Una guida passo dopo passo per avviare con successo un negozio online su Shopify, Amazon, WooCommerce, eBay e altro...

Uno dei maggiori svantaggi di vendere su eBay o Amazon sono le "commissioni" che devi pagare ogni volta che fai una vendita. Sia eBay che Amazon ti addebitano (in media) circa il 10-15% del prezzo finale di vendita in tasse.

A volte è di più e a volte è un pò meno. Dipende da cosa stai vendendo e da come lo stai vendendo, ma a prescindere, è una pillola amara da ingoiare, soprattutto se i tuoi profitti non sono molto elevati.

Avere il proprio negozio significa non dover pagare queste "tasse di vendita", quindi può aumentare istantaneamente il tuo profitto a ogni vendita.

Spesso dovrai pagare una piccola tassa per l'elaborazione delle transazioni, a seconda del servizio che usi per gestire il tuo negozio, ma è probabile che sia nell'ordine del ~2%, che non è niente in confronto alle tasse che eBay e Amazon prendono.  

Tagliare le commissioni è una delle più grandi ragioni per cui la gente decide di lanciare il proprio negozio, ma c'è un'altra grande ragione proprio sulla sua scia...

Un negozio significa meno concorrenza diretta

Quando vendi su eBay e Amazon sei completamente circondato dalla concorrenza. Anche quando i potenziali clienti guardano il tuo prodotto, vedranno annunci di altri venditori su tutta la pagina.

amazon, ebay

Amazon promuove altri prodotti in diversi punti della pagina.

woocommerce, shopify

eBay fa la stessa cosa, anche in più punti della pagina dell'annuncio.

Ognuno di questi annunci ha la possibilità di rubarti il cliente.

Su Amazon è ancora peggio: Quando più venditori stanno vendendo la stessa cosa, solo un venditore entrerà nel "buy box" - e se quello non sei tu, avrai un handicap automatico contro i tuoi concorrenti.

La maggior parte delle volte sarà il prezzo più basso a vincere, e questo può portare ad una mentalità della "corsa al ribasso" in cui i venditori mangiano lentamente i propri profitti per rimanere competitivi.

ebay
eBay rende davvero facile confrontare i prezzi tra i venditori. Quale di questi pensi che probabilmente compreresti?

Una situazione piuttosto schifosa per te come venditore, giusto?

Ma quando hai il tuo negozio, non ci sono altri venditori o prodotti che competono per l'attenzione dei tuoi clienti. Vedranno solo il tuo.

Questo significa che non "perderai" clienti così facilmente, e di solito puoi applicare prezzi più alti di quelli che potresti applicare in un mercato affollato e competitivo.  

Un negozio ti dà più controllo 

Non ci sono molti modi per personalizzare l'esperienza di acquisto del tuo cliente quando vendi su eBay o Amazon.

Sei abbastanza sfortunato se vuoi fare qualcosa come installare un timer per il conto alla rovescia sulla tua pagina, o se vuoi aggiungere un popup che offre un coupon in cambio dell'indirizzo email del cliente.

amazon
shopify

Se stai vendendo su eBay o Amazon non puoi aggiungere strumenti promozionali di fantasia come questo alle tue inserzioni.

Ma quando gestisci il tuo negozio, non hai limiti. Sei in grado di controllare tutti questi aspetti e altro ancora; dalla combinazione di colori, al design, al logo, il posizionamento dei diversi elementi.

Tutto è sotto il tuo controllo.

Con questo potere extra a portata di mano, puoi fare delle modifiche per aumentare i tuoi tassi di conversione. Più specificamente, è stato dimostrato che i timer di conto alla rovescia aumentano i tassi di conversione di quasi tre volte, e i pop-up di uscita possono anche aiutare a convertire fino al 35% dei tuoi visitatori persi.

smarcarsi.com

Gary Halbert, La tua «Folla Affamata Personale» è qui dentro.

ISCRVITI AL WEBINAR...

Oltre ad avere un impatto diretto sui tuoi tassi di conversione, queste modifiche e aggiunte possono anche aiutarti a imprimere il tuo stile al tuo negozio. Parlando di stile...

Un negozio rende più facile creare il proprio marchio

È difficile, se non impossibile, creare un'identità di marca unica su Amazon o eBay. La maggior parte delle persone su queste piattaforme non si preoccupa di chi vende i prodotti - per quanto li riguarda, tutto è venduto da Amazon.

Con la tua boutique online, puoi aggiungere il tuo marchio ad ogni fase del processo:

  • dal momento in cui si imbattono per la prima volta nel tuo contenuto,
  • su ogni pagina del tuo sito, compreso il checkout, sulla ricevuta post acquisto, sulle e-mail di marketing che ricevono,
  • sulle tue pagine dei social media, e anche sulla confezione e sulle etichette.
negozio online

Risulta molto più chiaro che hanno comprato da te e non da eBay o Amazon. Perché questo è importante?

Si stima che il 77% dei consumatori faccia acquisti in base al nome di un marchio. Quindi inizia a costruire il tuo marchio il più presto possibile, e raccoglierai i frutti in termini di entrate e vendite generate più avanti.

Non sei in balia del tuo mercato

Un'ulteriore ragione per creare il tuo negozio online è quella di impedire ai marketplace online di avere il controllo su di te (e potenzialmente il potere di schiacciare il tuo business).

La storia di Paolo.

Paolo passa due anni a costruire un vitamine store da un milione di euro l'anno su Amazon. Le cose vanno così bene che affitta degli uffici e assume del personale per gestire il suo nuovo business.

Un giorno, Paolo controlla la sua e-mail e scopre che Amazon non permette più la vendita di tre delle sue principali marche di vitamine - che insieme rappresentano il 40% di tutte le sue vendite.

Improvvisamente, non può permettersi di pagare i suoi dipendenti. Da un giorno all'altro, il suo business da un milione di euro è distrutto.

La storia di Paolo non è fittizia - io ero uno dei dipendenti della sua azienda.

Il suo vero nome non è Paolo, ma questo non è importante. Ciò che è importante è diminuire la presa che Amazon ed eBay hanno su di te attraverso un canale alternativo - il tuo sito web.

In questo modo se il mercato cambia le sue politiche, o cambia le sue tariffe, e improvvisamente diventa impossibile per te vendere su quel mercato - hai un piano di riserva.

Se Paolo avesse costruito prima il suo sito web (ci stava lavorando, ma non come priorità), sarebbe stato meglio. Avrebbe potuto decidere di continuare a vendere quei marchi sul suo sito web.

Il mercato ha il potere di modificare le tariffe e le politiche a proprio capriccio. A volte questi cambiamenti potrebbero rendere il tuo attuale business  non redditizio. Quindi non mettere tutte le tue uova in unico paniere!

FACEBOOK

Puoi mantenere i tuoi clienti

I clienti esistenti sono uno dei beni più preziosi per qualsiasi azienda. I clienti che hanno acquistato da te in passato sono molto più propensi a comprare di nuovo da te, quindi promuovere a queste persone (soprattutto via e-mail) può essere estremamente redditizio.

negozio online

Ma quando vendi su eBay, Amazon o qualche altro mercato, di solito non hai accesso alle informazioni dei tuoi clienti. Non ottieni i loro indirizzi e-mail, e mentre Amazon ti da il loro indirizzo postale nello stesso tempo ti proibisce di fare marketing.

Quindi le tue possibilità di essere in grado di commercializzare ai tuoi precedenti clienti sono limitate dalla piattaforma.

Quando hai il tuo negozio, invece, hai pieno accesso a tutti questi dettagli. Puoi compilare una lista di clienti precedenti e inviare loro newsletter con promozioni, nuove uscite o idee regalo per occasioni speciali.

Questo ti aiuterà a far salire alle stelle le tue entrate.

Un negozio può essere un ulteriore canale di vendita

Anche se ho preso un po' in giro eBay e Amazon in questo articolo, non ti sto suggerendo di cancellare le tue inserzioni su eBay e Amazon.

Né sto dicendo che saresti un pazzo a vendere su eBay e Amazon in primo luogo - niente affatto! 

Questi marketplace sono modi fantastici per iniziare, e anche una volta che hai deciso di aprire un negozio online, potresti continuare a vendere anche su eBay e Amazon.

amazon

In questo modo otterrai tutti i benefici del tuo negozio online, ma raccoglierai anche i benefici della vendita su un mercato grandissimo che riceve un numero enorme di potenziali clienti ogni giorno.

Il tuo sito web può essere semplicemente una fonte di reddito aggiuntiva per la tua attività.

Pensa ai maggiori marketplace come Amazon o eBay come un investimento a breve termine e al tuo sito web/boutique online come al tuo investimento a lungo termine, a crescita lenta. 

Idealmente il tuo sito web alla fine supererà Amazon o eBay come tua principale fonte di reddito (in termine di redditività), ma ci vorrà del tempo.

Naturalmente, vendere su più piattaforme allo stesso tempo e gestire il tuo inventario può essere un pò faticoso, ma in questa fase della tua carriera di venditore probabilmente lo puoi fare.

Un negozio è un bene che puoi vendere (un giorno)

È difficile da capire quando sei agli inizi, ma forse un giorno deciderai di non voler più gestire il tuo business online. Cosa succede allora? Chiudi tutto? 

Diavolo, no! Hai speso tempo e denaro per costruire il tuo business, perché buttarlo via per niente? Probabilmente cercherai invece di venderlo.

Ma ecco il problema:

Se il tuo business è interamente basato su una piattaforma come Amazon o eBay, venderlo può essere difficile, se non impossibile. 

Non è la stessa cosa di un vero sito web con un nome di dominio, un flusso costante di visitatori, una lista di clienti, un account di social media e altro tutto di proprietà.

Creando il tuo negozio online, stai costruendo qualcosa di tangibile che puoi vendere per generare un profitto. Quindi, se mai decidessi di chiudere il negozio, ci potrebbe essere un bella sorpresa che ti aspetta alla fine.

Troverai molto più facile vendere il tuo business in futuro se hai il tuo negozio.

***

Come puoi vedere, ci sono molti vantaggi nel gestire il tuo negozio online. Quindi... come si fa a crearne uno?

Come costruire un negozio online

Costruire il tuo negozio online probabilmente tu sembra un'impresa difficile. Lo poteva essere 10 anni fa. La buona notizia è che oggi è abbastanza semplice crearne uno.

Ci sono una serie di piattaforme diverse che ti permettono di costruire un negozio online in pochi clic.

Questi servizi 'drag and drop' si prendono cura di tutto, dal design del negozio agli elenchi dei prodotti e alle opzioni di pagamento.

Non hai bisogno di alcuna abilità di progettazione o di codifica e la maggior parte delle tue domande possono trovare risposta in una rapida ricerca su Google o guardando un tutorial su Youtube.

Scegliere una piattaforma eCommerce

Il primo ostacolo da superare è decidere quale piattaforma di eCommerce utilizzare, perché ce ne sono molte là fuori.

Prima di buttarsi a capofitto e iniziare con una piattaforma, ci sono alcune cose da prendere in considerazione, come il costo, il supporto, le caratteristiche e le opzioni di pagamento.

Dovresti sapere quali sono i "must have" per il tuo negozio online e quali sono i "nice to haves" in modo da poter decidere quale piattaforma si adatta meglio alle tue esigenze.

Costo

Quando stai iniziando un negozio online, ogni euro conta, ma questo non significa che più economico sia necessariamente migliore.

Se stai facendo drop-shipping tramite un negozio online, allora il tuo sito web e la piattaforma di e-commerce saranno i tuoi principali costi di configurazione.

I piani base per le piattaforme di eCommerce popolari si aggirano attorno a $20-$30 USD al mese.

Se desideri più opzioni per personalizzare il tuo e-shop, sarai costretto a pagare circa 80 dollari al mese.

Se sei solo all'inizio, di solito puoi cavartela con un piano di base. Puoi sempre aggiornarlo quando il tuo business cresce.

Quanti prodotti vendere?

Vedrai che la maggior parte delle piattaforme eCommerce consentono di vendere prodotti illimitati, anche sul loro piano più economico.

Tuttavia è importante che tu controlli questo prima di scegliere la piattaforma.

Template per il tuo negozio

Come ho detto sopra, uno dei principali vantaggi di iniziare con il tuo negozio online è avere il controllo sul design del tuo sito web.

Il design del tuo negozio è un'estensione del tuo marchio e può incidere positivamente o negativamente con l'esperienza del cliente.

Pertanto, è importante che la piattaforma eCommerce scelta abbia una certa flessibilità quando si tratta di design.

La maggior parte delle piattaforme hanno alcuni template gratuiti che puoi usare, ma dovrai pagare un extra per usare temi più avanzati (di solito più di $100 USD).

In questi giorni, la maggior parte delle piattaforme ti fornirà temi gratuiti molto attraenti che sono ottimi per iniziare.

Caratteristiche

Questo è il punto in cui le piattaforme di eCommerce iniziano a farsi valere.

Può essere difficile sapere di quali caratteristiche potresti aver bisogno per il tuo negozio online quando sei all'inizio, ma è importante pensare subito per il futuro a quali funzionalità dovrà avere la tua piattaforma man mano che crescerai.

Le caratteristiche comuni includono:

  • il monitoraggio del magazzino,
  •  il SEO integrato,
  • la sicurezza del sito,
  • il blog integrato, 

Potresti pensare che hai solo bisogno di inserire i prodotti e venderli come si fa normalmente su marketplace come Amazon ed eBay, ma quando gestisci un negozio online hai bisogno di un sacco di funzionalità che non sapevi nemmeno esistessero.

Giusto perché tu lo sappia una piattaforma eCommerce deve avere:

  1. Sistema di gestione dei contenuti
  2. SEO incorporato
  3. Integrazione del marketing digitale (email, social media)
  4. Integrazione di spedizione/logistica
  5. Strumenti di analisi e reporting

Ecosistema

L'ecosistema di una piattaforma eCommerce si riferisce all'ambiente o alla rete in cui il software opera.

Con questo intendo, come la piattaforma integra applicazioni e servizi aggiuntivi.

Alcune delle principali piattaforme di eCommerce (Shopify, Bigcommerce) hanno sviluppato i propri marketplace di applicazioni che forniscono una vasta gamma di servizi agli utenti.

Questi marketplace espandono le capacità della piattaforma e migliorano la loro flessibilità e usabilità.

Opzioni di pagamento

È importante che tu dia ai tuoi clienti quante più opzioni possibili per pagarti.

Questo riduce la possibilità che un cliente abbandoni un acquisto e rende le transazioni il più semplice possibile per il maggior numero di persone.

Le tue vendite sono preziose e non devi offrire ai clienti nessuna scusa per tirarsi indietro una volta alla cassa.

Fortunatamente, la maggior parte delle piattaforme eCommerce offrono una varietà di metodi di pagamento che sono integrati nel software.

Tuttavia, alcune piattaforme sono più flessibili di altre. Le opzioni di pagamento più comuni che i clienti si aspettano sono:

  • Paypal
  • Apple Pay
  • Stripe
  • Square
  • Google Pay

Supporto

Il supporto tecnico al giorno d'oggi è importantissimo. Se dovesse succedere qualcosa deve sapere che puoi contare sul supporto tecnico di chi ti sta fornendo il servizio.

Ecco perché dovresti usare una piattaforma di eCommerce che fornisca supporto 24/7, idealmente via telefono, email e chat.

Fortunatamente, la maggior parte delle principali piattaforme di eCommerce hanno capito l'importanza del supporto, ma vale la pena controllare prima di sceglierne una per il tuo negozio online.

Spedizione

La spedizione non è semplicemente un mezzo per far arrivare un prodotto al tuo cliente, è una parte importante per convertire i clienti e chiudere le vendite.

Offrire opzioni di spedizione flessibili e veloci ti aiuterà a fare più vendite. Ecco perché è importante che la piattaforma eCommerce scelta si integri con una vasta gamma di metodi di spedizione.

Queste opzioni di spedizione possono essere integrate o abilitate tramite app e plug-in di terze parti.

La maggior parte delle piattaforme di eCommerce sa quanto sia importante la spedizione e ha fatto di tutto per rendere il processo il più semplice possibile per te e i tuoi clienti.

Alcune piattaforme possono integrarsi con servizi di evasione degli ordini, simili ad Amazon FBA, in modo da poter esternalizzare completamente l'imballaggio e la spedizione.

Non posso sopravvalutare quanto sia importante offrire opzioni di spedizione flessibili, quindi assicurateti di dare un'occhiata da vicino a ciò che ogni piattaforma fornisce.

Quali sono le migliori piattaforme di eCommerce?

Shopify

Shopify è diventata la piattaforma eCommerce più conosciuta. È facile da usare ed è sempre in evoluzione per soddisfare le esigenze delle moderne aziende online.

Shopify è popolare perché è una soluzione e-commerce completa con tutto il necessario per costruire e gestire il tuo negozio online.

Ha ottimi modelli di design gratuiti e opzioni a pagamento, un enorme mercato di applicazioni, un CMS integrato, SEO e sicurezza, supporto 24/7 e opzioni di spedizione flessibili.

I piani partono da 29 dollari al mese e arrivano fino a 299 dollari al mese.

Shopify fa pagare le spese di transazione se si utilizzano opzioni di pagamento diverse da Shopify Payments. Le applicazioni disponibili nel mercato Shopify tendono anche ad essere abbastanza costose.

Tutto sommato, Shopify è un'eccellente piattaforma e-commerce che vale la pena considerare.

BigCommerce

BigCommerce è anche un builder di negozi online all-in-one, come Shopify.

È molto facile da usare e viene fornito con una tonnellata di caratteristiche e servizi out-of-the-box, tra cui temi gratuiti, SEO integrato, un sacco di opzioni di pagamento e molto, molto di più.

BigCommerce ha probabilmente più caratteristiche e funzionalità di Shopify e ha anche un mercato di applicazioni.

Un grande punto di forza di BigCommerce è che non fa pagare spese di transazione.

I prezzi partono da 29,95 dollari al mese e arrivano a 249,95 dollari al mese.

Squarespace

Squarespace è noto per i suoi modelli di siti web belli e facili da usare, ma è anche una piattaforma eCommerce.

Non è così noto per il commercio elettronico come Shopify e BigCommerce, ma è ancora un degno concorrente.

Squarespace è il re del design. Quindi se è importante per te avere un negozio esteticamente piacevole - forse gestisci un brand tuo di gioielli o di moda - allora Squarespace è una buona opzione.

Poiché Squarespace è nato come una piattaforma di siti web e non specificamente per l'eCommerce, ha una migliore integrazione di blog e contenuti, ma è inferiore nel resto.

Shopify e BigCommerce sono stati progettati specificamente per l'eCommerce e si vede davvero quando si mettono a confronto con Squarespace.

Tuttavia, Squarespace è sicuramente un'opzione valida per le piccole boutique che si preoccupano del design.

È anche leggermente più economico rispetto alle altre piattaforme eCommerce.

I prezzi partono da 24 dollari al mese (pagato annualmente) per un piano base e di 40 dollari al mese per il piano avanzato.

WooCommerce

WooCommerce è diverso dalle altre piattaforme in quanto non è una soluzione eCommerce all-in-one. WooCommerce è un plugin per WordPress che può essere utilizzato per aggiungere funzionalità di eCommerce al tuo sito web.

Nonostante ciò, WooCommerce è la piattaforma eCommerce più popolare al mondo e questo perché WordPress alimenta essenzialmente più del 33% di internet.

Non è così semplice come le altre opzioni, che ti permettono di costruire il tuo sito/negozio da zero.

Poiché WooCommerce è solo un plugin, è necessario impostare un dominio, un hosting e un sito WordPress prima di iniziare a costruire il tuo negozio.

Il grande fascino di WooCommerce, tuttavia, è il prezzo - è gratis! Devi considerare il costo dell'acquisto di un dominio e dell'hosting di un sito web, però.

WooCommerce è popolare per un motivo: una volta che hai capito come funziona, è una potente piattaforma per costruire e gestire un negozio online.

È solo un pò più complicato delle altre opzioni accennate in questo articolo.

Come impostare un negozio eCommerce

Una volta che hai deciso quale piattaforma di eCommerce è meglio per te, è il momento di iniziare a costruire il tuo negozio.

Se stai usando una soluzione e-commerce completa come Shopify, BigCommerce o Squarespace, puoi semplicemente iscriverti e fare tutto in una volta.

Se stai usando un plugin come WooCommerce, dovrai prima acquistare il tuo dominio e creare un sito web con WordPress.

Impostare il tuo negozio online

Questi sono i passi generali che dovresti seguire prima di lanciare il tuo negozio pubblicamente.

Potrebbero essere leggermente diversi a seconda della piattaforma eCommerce che usi. È importante che ti prendi il tempo per scrivere il copy, trovare le immagini e il branding giusto prima di aprire il tuo negozio. 

Devi anche assicurarti che i tuoi metodi di pagamento e di spedizione siano impostati correttamente. Tuttavia, non ossessionarti troppo con i dettagli minori.

Puoi sempre mettere a punto e migliorare le cose man mano che vai avanti.

  1. Creare un account con la piattaforma eCommerce scelta
  2. Scegliere un tema per il negozio e personalizzarlo come vuoi
  3. Aggiungi i prodotti al tuo negozio
  4. Aggiungi copy, immagini, video ecc.
  5. Aggiungi un dominio (.com è meglio!)
  6. Impostare la valuta e i metodi di pagamento
  7. Controlla le impostazioni di spedizione
  8. Aggiungi le politiche del negozio alla tua pagina di checkout
  9. Controlla e ricontrolla tutto
  10. Apri il tuo negozio

Per guide più dettagliate sull'impostazione della piattaforma eCommerce scelta, consulta i link qui sotto.

Come impostare un negozio Shopify

Come impostare un negozio BigCommerce

Come impostare un negozio Squarespace

Come impostare un negozio WooCommerce

Come portare le persone al tuo negozio online

Se c'è un aspetto negativo nel creare il proprio negozio web, è proprio questo. Può essere abbastanza difficile portare clienti a un nuovo sito web.

Quando vendi su eBay, Amazon (o altri marketplace) hai accesso al flusso enorme di visitatori che usano quei siti - è come se avessi aperto un negozio in un centro commerciale affollato.

Ma quando si va da soli con il proprio sito web, può sembrare di aver aperto un negozio nel bel mezzo del nulla - almeno all'inizio.   

Tuttavia, ci sono alcuni metodi collaudati per ottenere i tuoi primi clienti!

Annunci sui social media

La pubblicità sui social media è uno dei modi più facili e veloci per ottenere il tuo primo cliente, perché puoi mettere immediatamente il tuo prodotto di fronte agli occhi interessati al tuo settore.

Tuttavia, costa denaro (puoi iniziare con pochi dollari al giorno), richiede un sacco di test per essere fatto correttamente e devi sapere chi è il tuo pubblico.

Se ti rivolgi alle persone sbagliate, non saranno interessate a ciò che vendi, non cliccheranno sui tuoi annunci e sprecherai solo i tuoi soldi.

Il successo nella pubblicità sui social media si basa sul targeting delle persone giuste per vedere i tuoi annunci.

Clicca su questi link per andare a una guida su come fare pubblicità sulla rispettiva piattaforma di social media:

  1. Facebook
  2. Twitter
  3. Instagram
  4. Pinterest

Google Adwords/PPC (Pay-Per-Click)

Un altro modo per pubblicizzare la tua boutique online è attraverso l'uso di Google Adwords.

Con Adwords puoi pagare per far apparire il tuo annuncio quando qualcuno cerca particolari parole nel motore di ricerca di Google.

Per esempio, la prima azienda a comparire quando si cerca su Google "scarpe da corsa uomo" è Reebok:

reebok

Stanno pubblicizzando il loro prodotto su Google ogni volta che qualcuno cerca su Google la frase esatta, "scarpe da corsa da uomo".

Adwords può essere una buona alternativa alla pubblicità "tradizionale" dove si potrebbe pagare per un certo numero di "viste" o "impressioni" del tuo annuncio.

Adwords opera su un formato "pay per click" (PPC), il che significa che si paga solo quando qualcuno effettivamente clicca sul tuo annuncio - in altre parole, stai pagando per i risultati.  

Il problema con Adwords (e altre reti PPC, come quella gestita da Bing) è che più persone fanno offerte su particolari "parole chiave" o "frasi di ricerca", più costose diventano. (Per un esempio estremo, controlla le prime 100 parole chiave più costose in Italia.)

amazon
100 parole più costose (1)

Quindi è logico che il modo migliore per usare Google Adwords è quello di fare offerte su parole chiave che non sono ridicolmente popolari, e dove è ancora possibile ottenere clic per meno di $ 1.

Questo significa evitare le parole chiave più generali (come "forniture per fare candele") e utilizzare invece termini di ricerca "long tail". (Come "comprare stoppini di legno" "stoppini per candele di cera d'api", "blocchi di tintura di candela", ecc)

long tail

Può anche funzionare molto bene se sei in una nicchia più piccola che è naturalmente meno competitiva.

Dai un'occhiata a questa guida ai prezzi di Adwords per una panoramica più approfondita. Google ha anche l'Adwords Help Center con dettagli completi sull'intera piattaforma, ma nel tipico linguaggio sintetico di Google. 

Ottimizzazione dei motori di ricerca

Se i costi della pubblicità su Google ti fanno lacrimare gli occhi, c'è un'altra alternativa gratuita.

La maggior parte dei risultati che vedi in Google quando cerchi qualcosa non hanno effettivamente pagato per essere lì.

Sono quelli che chiamiamo i risultati "organici". Sono lì perché l'algoritmo di Google pensa che queste pagine siano altamente rilevanti per quello che stai cercando.

Quando clicchi su uno di questi elenchi "organici", il proprietario del sito non deve pagare nulla a Google. Possono portare (potenzialmente) un gran numero di persone ai loro siti web, e non gli costerà un centesimo.

Te gusta?

Quindi "l'ottimizzazione dei motori di ricerca" è l'arte/scienza di far apparire il tuo sito web in questi risultati "organici" dei motori di ricerca, in modo da ottenere visitatori al tuo sito web gratuitamente.

È un affare complicato perché i motori di ricerca vogliono che i primi posti vadano ai siti web che sono veramente i migliori risultati per uno specifico termine di ricerca.

Ma ci sono alcune cose che puoi fare come proprietario di un negozio per far pendere la bilancia a tuo favore:

  • Imparare a scegliere le parole chiave su cui concentrarsi
  • Imparare a modificare le tue pagine per concentrarsi su queste parole chiave
  • (A lungo termine) Concentrati sulla creazione di contenuti davvero buoni, utili e degni di nota sul tuo sito web che la gente condividerà e di cui parlerà. Questo è uno dei segnali davvero importanti che il tuo sito web è di alta qualità. Fare in modo che molte persone parlino del tuo sito aiuta ad aumentare la reputazione del tuo sito, il che aiuta TUTTE le tue pagine a posizionarsi meglio nei motori di ricerca.

Il grande (GRANDE) svantaggio della SEO è lo s..l..o..w o seriamente lento. 

Possono volerci mesi per iniziare a vedere qualsiasi movimento delle tue classifiche nei motori di ricerca, quindi non è sicuramente la strategia giusta per te se hai bisogno di visitatori in breve tempo.

La SEO è un argomento enorme, quindi se sei interessato a questo metodo per ottenere visitatori, ti consiglio di iniziare con questa introduzione alla SEO.

Creare contenuti unici e di valore

Ora che hai capito cosa sono la SEO e le parole chiave, è il momento di iniziare a creare contenuti per i quali Google possa classificarti. Senza contenuti, per cosa verrai visualizzato?

Il content marketing sta rapidamente diventando uno dei principali contendenti nel mondo del marketing. Non è semplicemente l'atto di scrivere post sul blog, ma devi promuovere quel contenuto, ottenere che altri siti web si colleghino a esso e che le persone lo condividano.

Una volta che hai scritto il contenuto, devi condividerlo sui tuoi profili di social media e raggiungere i proprietari di blog e siti web influenti nella tua nicchia. Chiedi loro di condividere o anche di linkare il tuo contenuto.

bodybuilding.com

Uno dei migliori esempi di siti web che utilizzano con successo il content marketing è bodybuilding.com. Vendono integratori sportivi, e quasi tutto il traffico del loro sito web (e quindi le loro vendite) viene da persone che li trovano attraverso i loro contenuti.

Per esempio, li ho trovati per la prima volta attraverso il loro articolo "Top 10 Protein Powders", e ho continuato a comprare la polvere numero 1 dal loro sito grazie alle loro recensioni.

Collaborare con blogger influenti nella tua nicchia

smarcarsi.com

Gary Halbert, La tua «Folla Affamata Personale» è qui dentro.

ISCRVITI AL WEBINAR...

Parlando di proprietari di blog e siti web influenti, una volta che li raggiungi e inizi a sviluppare una relazione con loro, puoi anche iniziare una partnership reciprocamente vantaggiosa anche con loro.

Anche se non c'è bisogno di diventare partner commerciali ufficiali puoi semplicemente accettare di condividere e promuovere i loro contenuti.

È una vittoria per entrambi, perché entrambi otterrete più pubblicità, condivisioni e, si spera, clienti.

Inoltre, puoi regalare i tuoi prodotti agli influencer gratuitamente.

In cambio, chiedi loro di promuovere i tuoi contenuti e di darne una recensione onesta sul tuo sito web e/o sul loro blog o account sui social media.

Sfrutta i tuoi canali esistenti

Come ho detto prima, iniziare con il tuo negozio non significa che devi smettere di vendere su eBay o Amazon immediatamente.

Infatti, usare il tuo canale di vendita esistente per promuovere il tuo nuovo negozio può essere un ottimo modo per far decollare le cose.

Rapido disclaimer: prima di fare tutto questo da solo, controlla sulla tua piattaforma esistente qual è la loro politica su questo tipo di promozione.

Il sito neozelandese Bushbuck, con sede in Nuova Zelanda, lo fa bene: Vendono i loro prodotti su eBay - TradeMe - e usano queste vendite per costruire la consapevolezza del loro marchio e del loro negozio online in diversi modi.

bushbuck

Essere molto visibili in categorie di prodotti chiave tipo "giacca da caccia" su TradeMe, inevitabilmente si imbatterà in un annuncio di Bushbuck. 

In questo caso, c'è la possibilità che Bushbuck farà una vendita, ma il vero obiettivo è la consapevolezza del marchio.

Quel cliente potrebbe non aver sentito parlare di Bushbuck prima, e ora sanno che fanno giacche da caccia. C'è la possibilità che la prossima volta cercheranno direttamente Bushbuck.

Il trucco è quello di cercare i canali esistenti dove ci sono molti potenziali clienti e vedere come si può attingere a loro.

Non concentrarti solo su quanto profitto o quante vendite puoi fare attraverso questi canali - considera anche quanta esposizione possono dare a te, al tuo marchio e al tuo negozio online.

Quanto costa gestire un negozio online?

Naturalmente tutto questo lavoro si concentra sul costo. Fortunatamente, costruire un negozio online non costa molto.

Gestire un negozio online può costarti meno di 50 dollari al mese (al momento di questo articolo). Scomponiamo il tutto:

Shopify (e i suoi concorrenti) costano circa 27 dollari al mese.

Ospitare il proprio nome di dominio (mydomain.com invece di mydomain.myshopify.com) costa circa $13/anno, o meno di $1/mese.

Quindi il minimo indispensabile è circa (arrotondiamo) $30/mese. Inoltre, Shopify prende ~2% di tutte le vendite.

Naturalmente, ci sono un milione di altre cose per cui potreste spendere più soldi. Tuttavia, alcune cose che considererei essenziali sono:

Un software di email marketing come MailChimp (~$10/mese). Se non ti piace MailChimp potresti anche usare Aweber o GetResponse - altri due servizi molto popolari.

Pubblicità, come i social media o Adwords (almeno $50/mese, ma una volta che stai facendo un profitto attraverso il tuo negozio puoi spendere di più per fare di più).

Quindi, tutto sommato, è possibile gestire un negozio per iniziare con meno di 100 dollari al mese, e si può mantenere quel costo ancora più basso se si utilizzano più metodi di marketing gratuiti come:

  • la collaborazione con gli influencer nella vostra nicchia,
  • utilizzando i tuoi canali esistenti per promuovere il tuo negozio,
  • o facendo SEO a lungo termine. 

Costa meno di quello che molte persone spendono per un caffè o per un pacchetto di sigarette e in realtà ti dà un ritorno sul tuo investimento e non nuoce alla salute.

Piuttosto vantaggioso, se me lo chiedi.

A che punto dovrei creare il mio negozio online?

Ora che hai capito i vantaggi di creare il tuo negozio online, potresti chiederti quando dovresti iniziare a pensare di crearne uno.

Da un lato potresti sostenere che dovresti crearne uno proprio all'inizio, dato che è ragionevolmente poco costoso.

D'altra parte, c'è già molto da imparare quando si vende online, senza dover imparare anche come gestire e commercializzare un sito web.

Potresti scegliere di usare una piattaforma come eBay o Amazon come terreno di allenamento prima.

La migliore risposta che posso darti è questa: Apri il tuo negozio online personale quando sai di essere impegnati al 100% nel successo nell'eCommerce.

Dico questo perché vendere su Amazon o eBay è meno faticoso. Puoi semplicemente inserire i tuoi prodotti, e lasciare che la piattaforma faccia il suo lavoro magico per te.

A quel punto puoi decidere di investire sul tuo store online come un progetto secondario.

Gestire il proprio negozio, come ho detto sopra, richiederà più lavoro. Devi imparare il social media marketing, come ottenere gli indirizzi email delle persone a cui fare marketing, e molti altri modi per ottenere traffico verso il tuo sito web.

Fondamentalmente, quando si apre il proprio negozio, è necessario sporcarsi le mani e capire i diversi pezzi del puzzle.

Supponendo che tu abbia un budget limitato e che non ti possa permettere un team di esperti che ti aiuti a far funzionare il tuo negozio, probabilmente passerai molto tempo a cercare nei forum di supporto e a cercare su Google "come faccio a... ecc...

Allo stesso tempo, però, sarà molto più gratificante. Avrai costruito qualcosa da zero e avrai un vero business.

Quindi la scelta che devi fare si riduce in un semplicissimo unico step da risolvere: CHE OBIETTIVO DESIDERI RAGGIUNGERE?

Desideri un progetto secondario per integrare il tuo reddito oppure andare all in e creare il tuo marchio?

Solo tu puoi rispondere a questa domanda. Quindi scava a fondo, sii onesto e poi prendi la tua decisione!

FACEBOOK
Riccardo Vecchini

Ottieni GRATIS i miei 3 Segreti di Direct Marketing per ottenere più clic, vendite e profitti ...

>