Febbraio 10

0  commenti

Come vendere i migliori prodotti online

Di  SMARCARSI

Febbraio 10, 2021

amazon

Come i migliori venditori trovano prodotti caldi da vendere online

vendere online

Iniziare un business online è un viaggio eccitante, ma sei destinato a incontrare delle sfide lungo la strada.

Uno dei primi ostacoli che i nuovi imprenditori devono affrontare è come scegliere il prodotto giusto da vendere online. 

Questa decisione è essenziale per il successo del tuo business, ma con milioni di opzioni per prodotti e fornitori e la concorrenza feroce di altri venditori, da dove cominci?

Se sei arrivato a questo punto del tuo viaggio nell'e-commerce, probabilmente hai letto le storie di successo di venditori che stanno facendo un reddito a cinque, sei o sette cifre vendendo prodotti online.

Ma come fanno i migliori venditori a trovare prodotti interessanti, fare ricerche di mercato e trovare fornitori per trasformare i loro sogni di business in realtà?

Le grandi aziende di vendita al dettaglio hanno interi dipartimenti dedicati alla selezione, alla convalida e all'approvvigionamento dei prodotti. Tuttavia, la maggior parte dei venditori online inizia facendo tutto da soli.

Può sembrare scoraggiante, ma il processo di scelta di un grande prodotto non deve essere spaventoso o travolgente.

Con l'aiuto di alcuni ottimi strumenti online e qualche conoscenza commerciale di base, scegliere il prodotto giusto è relativamente semplice. Hai solo bisogno di metterci un po' di tempo e di impegno in anticipo.

smarcarsi.com

Gary Halbert, La tua «Folla Affamata Personale» è qui dentro.

ISCRVITI AL WEBINAR...

Trovare un prodotto caldo (che sia redditizio!)

Può essere facile farsi prendere dalla voglia di trovare la prossima grande tendenza o il prodotto più caldo con il maggior margine di profitto.

Ma molti top seller consigliano di fare un passo indietro all'inizio e riflettere sui propri interessi personali. L'idea è che se entri in un mercato che ti interessa, questo renderà più facile e divertente fare affari nel lungo periodo.

Forse sei appassionato di salute e fitness, prodotti di bellezza, abbigliamento o elettronica. Qualunque cosa sia, questo è spesso un buon punto di partenza.

Tuttavia, molti venditori di punta ignorano completamente i loro interessi e si affidano molto alle ricerche di mercato e ai dati per scegliere i prodotti caldi.

Condurre ricerche di mercato

Una volta che hai un'idea del mercato o della nicchia che vuoi occupare, la prima cosa che ogni top seller dovrebbe fare è la ricerca. Si può iniziare sfogliando i marketplace online come eBay, Amazon e AliExpress per vedere quali prodotti sono di tendenza nella vostra nicchia. Questi siti web hanno elenchi di bestseller che possono aiutarti ad affinare i prodotti o i mercati popolari.

I migliori venditori utilizzano anche piattaforme di social media come Pinterest, Instagram, Polyvore e Fancy.

Puoi fare anche una ricerca per parole chiave; ti aiuterà sicuramente a scavare un pò più a fondo per capire se un prodotto ha dei buoni o ottimi requisiti per essere venduto.

Per esempio Google Trends è uno strumento gratuito che ti mostra la frequenza con cui parole o termini sono stati cercati in un determinato periodo di tempo. Questo ti dà un'idea se il prodotto è di tendenza o in via di estinzione.

Per esempio, se tu stessi cercando di vendere un prodotto come tè di tendenza, potresti confrontare l'interesse per il tipo matcha detox (vedi sotto).

google trends

Linee guida per i prodotti più venduti

A questo punto potresti avere qualche idea per i prodotti che potresti vendere, il che è un ottimo inizio.

È consigliabile eseguire queste idee attraverso una serie di linee guida generali sui prodotti che i migliori venditori usano per restringere le loro opzioni.

Anche se queste non sono regole rigide, possono aiutare a rendere i tuoi prodotti più attraenti e minimizzare i rischi per te e i tuoi futuri clienti.

  1. Il prodotto non è fragile e facile da spedire?
  2. Il prezzo al dettaglio è tra €15-€200?
  3. È piccolo e leggero?
  4. È stagionale?
  5. È facile da reperire localmente?
  6. È in un mercato di tendenza, stabile o in crescita?

La linea guida generale per la vendita di un prodotto online è che dovrebbe essere in grado di entrare in una scatola di scarpe e essere venduto a un prezzo compreso tra 15 e 200 euro e possibilmente non elettronico con un margine di profitto di almeno il 30-40% in tutte le stagioni. 

Nota: ci possono essere delle eccezioni che vanno oltre il 50% di profitto. Un esempio di prodotto stagionale sono i costumi di Halloween.

Altre domande importanti a cui i migliori venditori rispondono prima di scegliere un prodotto sono:

  • Chi sono i tuoi potenziali clienti?
  • Qual è la dimensione potenziale del tuo mercato?
  • Quali sono le vendite potenziali e i margini di profitto?

Come scegliere un prodotto che venderà (e ti farà guadagnare!)

Tasso di vendita

  • Il tasso di vendita: si basa sul numero di inserzioni di successo rispetto al numero di inserzioni totali per un dato prodotto nell'ultimo mese.
  • Prezzo medio: il prezzo medio è il prezzo a cui il prodotto è stato venduto  durante il mese precedente.
  • Concorrenza: la concorrenza si basa su un'analisi del numero totale di venditori e di inserzioni per un dato prodotto. Quando sei all'inizio, è meglio evitare i mercati altamente competitivi.

Come ottenere dei vantaggi

Se stai cercando di ottenere un vantaggio sulla concorrenza, un consiglio da insider è quello di considerare l'upselling o il cross-selling. I migliori venditori possono aumentare considerevolmente le loro vendite e i loro profitti utilizzando questi metodi di vendita.

#1 Upselling e  Cross-selling

Per usare il classico esempio del fast-food, l'upselling consiste nel chiederti se vuoi "ingigantire" il tuo pasto. L'esempio classico è McDonald's.

Il cross-selling è chiedere "Vuoi anche delle patatine?" quando un cliente ha appena comprato un hamburger.

L'upselling e il cross-selling sono generalmente più facili che entrar in una nicchia completamente nuova per aumentare lo scontrino.

#2: Private label

Se hai già un po' di esperienza nella vendita online, allora vale la pena considerare il private labeling o la creazione del tuo marchio.

Il private label consiste nel mettere il proprio marchio o etichetta su un prodotto fabbricato da un produttore a contratto o da terzi. Per esempio, potresti far aggiungere il tuo marchio a degli occhiali da sole in legno e venderli sul tuo sito web.

La ricerca di articoli di marca in categorie popolari è un ottimo modo per trovare idee per prodotti a marchio privato.

Alcune cose a cui pensare prima di decidere su un prodotto a marchio privato sono:

  • Una grande marca sta attualmente dominando il mercato?
  • Il prodotto status quo sta vendendo online?
  • Come si può aggiungere valore al prodotto? (Branding, packaging, marketing)

Il private labeling aggiunge valore ai prodotti e ti permette anche di sperimentare lo sviluppo del tuo marchio. Con quantità minime d'ordine più basse da parte di fornitori e produttori, e servizi come Fulfillment by Amazon, il private labeling sta diventando più accessibile per i venditori online.

Trovare un fornitore per il tuo prodotto

Una volta che hai scelto un prodotto per iniziare a vendere online, hai bisogno di scegliere un fornitore affidabile da cui ottenere quel prodotto.

Il modo migliore per scegliere un fornitore è quello di contattarlo direttamente e stabilire una relazione. Sii amichevole, paziente e professionale nelle tue comunicazioni con i fornitori per guadagnare il loro rispetto e la loro fiducia.

I migliori venditori raccomandano di contattare quanti più fornitori possibile per negoziare il miglior affare.

Come trovare fornitori di fiducia

Quindi, hai scelto il tuo prodotto di punta e hai una lista di potenziali fornitori. Ma come fai a sapere se un fornitore è affidabile?

Per ridurre il rischio di ordinare da un nuovo fornitore, puoi iniziare ordinando dei campioni del tuo prodotto per assicurarti che sia all'altezza dei tuoi standard. Puoi anche testare la loro spedizione ordinando alcuni prodotti da loro e vedendo quanto tempo ci mettono ad arrivare.

Se il fornitore ha sede in un paese che parla una lingua che conosci, prova a parlare al telefono con un venditore per stabilire un rapporto e chiarire qualsiasi problema. Puoi anche chiedere loro una lista di referenze.

FACEBOOK

Ecco alcune cose da stabilire prima di impegnarti nel tuo primo vero ordine:

  • Offrono vendita all'ingrosso e drop-shipping?
  • Qual è il prezzo del campione?
  • Qual è il prezzo del prodotto?
  • Qual è la quantità minima d'ordine?
  • Qual è il loro tempo di consegna per la spedizione?
  • Cosa hanno nel loro inventario?
  • Quali spese nascoste hanno?

Una volta che hai un prodotto di punta e un fornitore affidabile, sei pronto per iniziare a vendere online.

Riccardo Vecchini

Ottieni GRATIS i miei 3 Segreti di Direct Marketing per ottenere più clic, vendite e profitti ...

>