Aprile 13

0  commenti

Otto consigli per una strategia YouTube killer

Di  SMARCARSI

Aprile 13, 2021

youtube

La Lead Generation nel 2021 e 2022 passa da qui.

Nelle prossime righe scoprirai otto consigli per una strategia su Youtube da killer. 

Piattaforme del calibro di Instagram e Snapchat hanno presentato un nuovo modo di sperimentare la veicolazione delle informazioni con i video, eppure con 5 miliardi di video che vengono guardati su base giornaliera - YouTube è ancora il re in carica dei contenuti visivi.

Recentemente sulla scia di alcune polemiche sulla sicurezza e sulle azioni scorrette degli influencer, i brand potrebbero riconsiderare come navigare in questo canale sempre più confuso. 

Quindi, ecco alcuni consigli per la strategia vincente del tuo brand su YouTube nel 2021.

youtube

1. Creare contenuti snelli

Uno dei più grandi pregiudizi su YouTube è che il successo avviene solo se un video diventa virale. 

Questo pensiero è ampiamente fuori strada, soprattutto se consideriamo i modi mutevoli in cui gli utenti stanno consumando i contenuti video. 

Mentre è vero che molte persone guardano YouTube sui loro cellulari, questo non significa necessariamente video estremamente brevi o puramente divertenti.

Google suggerisce che quando si tratta di visualizzazione di video, il cellulare è molto simile alla TV, il che significa che le persone lo guardano di fatto la sera, a casa, e per rilassarsi.

Di conseguenza, non si deve più pensare a YouTube come un contesto dell'intrattenimento "in movimento", ma lo si può vedere anche come uno spazio per i contenuti di "lean-back", vale a dire video più lunghi e di maggiore varietà - sia informativi, educativi o di intrattenimento.

2. Essere coerenti per Youtube

Una caratteristica che i canali YouTube di maggior successo condividono è la coerenza. Il modo più ovvio è la frequenza con cui vengono pubblicati i video.

Di solito i grandi marchi  pubblicano ogni 2 giorni circa o addirittura ogni giorno.

Tuttavia, la coerenza non significa necessariamente avere un canale molto popolato, ma oggi si deve guardare di più alla coerenza in termini di formato, il che significa pubblicare con lo stesso stile di contenuto. 

Il vantaggio generale è che gli spettatori sanno cosa aspettarsi da un canale, e la familiarità aiuta a costruire la fedeltà nel tempo. 

3. Costruire una comunità

Mentre i video effimeri possono essere efficaci per catturare l'attenzione, tendono a creare un'esperienza utente passiva (dove lo spettatore sta semplicemente guardando piuttosto che interagire). 

Al contrario, la bellezza di YouTube sta nel creare un senso di comunità per il brand per costruire un pubblico fedele e altamente impegnato. 

smarcarsi.com

Gary Halbert, La tua «Folla Affamata Personale» è qui dentro.

ISCRVITI AL WEBINAR...

4. Incoraggiare l'azione

Ancora una volta, è importante che i marchi spingano gli utenti a lasciare commenti, ma esistono anche una serie di altri modi con cui si può costruire un pubblico e promuovere la fidelity.

Le schede di YouTube sono uno strumento semplice per indirizzare gli spettatori altrove (in un video acquistabile, per esempio, in una scheda che potrebbe collegarsi a un prodotto in vetrina).

Anche le schermate finali sono uno strumento prezioso.

Queste permettono di promuovere fino a quattro elementi alla fine di un video, come per esempio un altro video, una playlist o un sito esterno. 

Questo fa sapere allo spettatore che può intraprendere ulteriori azioni, il che potrebbe aiutare a tenerlo all'interno  del canale piuttosto che cliccare altrove.

5. Ottimizzare per la ricerca su Youtube

Mentre il successo su YouTube è sostenuto da caratteristiche come la qualità del contenuto e la coerenza, è ancora importante per i marchi assicurarsi che i video stiano ottenendo la massima esposizione possibile. 

Quindi, come puoi fare in modo che il tuo video abbia un buon posizionamento?

Ci sono una serie di cose semplici che puoi fare per aiutare il tuo contenuto, come includere una parola chiave importante nel titolo, usare tag pertinenti e una descrizione lunga e ben fatta. 

Anche le miniature personalizzate possono essere efficaci per generare visualizzazioni, con un design di marca che aiuta a creare coerenza e familiarità per gli spettatori.

6. Pensa al mobile

Google suggerisce che tre adulti su quattro riferiscono di guardare YouTube a casa sul loro dispositivo mobile. 

Non solo è chiaro che sempre più persone stanno accedendo a contenuti video dai loro smartphone, ma sembra che questo potrebbe anche rivelarsi automaticamente positivo dato che gli utenti mobile di YouTube sono molto più propensi a prestare  attenzione mentre guardano i video rispetto agli spettatori della TV.

Questo perché l'atto di guardare video su mobile offre meno distrazioni. 

Mentre si guarda la televisione, gli spettatori potrebbero essere più propensi a partecipare a un'altra attività allo stesso tempo, come cucinare, pulire o utilizzare un altro dispositivo. 

Quindi, come puoi capitalizzare questo? Ancora una volta, si tratta di pensare al bisogno dell'utente, con una strategia mobile-first che aiuta a fornire contenuti rilevanti e coinvolgenti in un contesto in tempo real

7. Pensa ai micro-momenti

Quindi, che tipo di contenuto dovresti creare? Secondo Google, è utile considerare i "micro-momenti" che il tuo pubblico potrebbe vivere, al fine di elaborare contenuti pertinenti.

In altre parole, considerare perché una persona potrebbe rivolgersi a internet per cercare aiuto, informazioni o intrattenimento - e come un marchio potrebbe essere in grado di creare contenuti per intercettare e fornire questo bisogno. 

I marchi di bellezza tendono ad essere particolarmente abili in questo, capitalizzando domande di consigli su trucchi e tutorial di make-up. 

Non sempre il contenuto deve essere educativo.

Il marchio di cosmetici Lush per esempio, spesso pubblica video relativi alla sua posizione sull'etica e la sostenibilità, che probabilmente si rivolge a coloro che hanno una mentalità simile.

8. Essere saggi con gli influencer

YouTube e l'influencer marketing hanno goduto di una relazione fruttuosa negli ultimi anni, tuttavia è necessario stare sempre attenti alle policy pubblicitarie dello strumento.

Ma è necessario essere eccessivamente cauti? La decisione di YouTube di reprimere i video problematici (si spera) porterà a meno problemi per gli inserzionisti. 

Detto questo, rispettando le normative e aumentando la user experience dell’utente non c'è alcun motivo per cui la tendenza "YouTuber" non continuerà a prosperare.

Riccardo Vecchini

Ottieni GRATIS i miei 3 Segreti di Direct Marketing per ottenere più clic, vendite e profitti ...

>